localitàloc. Malatrà, Val Ferret,
11013, Courmayeur (AO)
altitudine2025 mt.
aperturaapertura stagionale: 15 maggio 2017
come arrivareEstate
Sentiero 1: (dislivello 300 mt. – 1 h.)
Dopo la località Lavachey si risalgono i tornanti e si imbocca sulla destra, prima del ponte in legno, la poderale S42. Arrivati al bivio per Sécheron – Val Arminaz, si devia sul sentiero a sinistra che si inoltra nel bosco, fino a raggiungere il pascolo aperto in vista del rifugio.Sentiero 2: (dislivello 300 mt. – 1 h. 20 min.)
La partenza del secondo sentiero si trova oltre il ponte di legno, sulla destra di una costruzione, visibile dall’imbocco del primo sentiero. Meno ripido del precedente, è di conseguenza un po’ più lungo: è molto panoramico soprattutto nella seconda parte del percorso.
Arrivati ai ruderi dell’alpeggio Gioè (2007 mt.) si prosegue sino ad attraversare un ponte sul torrente. Raggiunto l’alpeggio inferiore di Malatrà si ridiscende verso il rifugio.
Inverno
Con sci d’alpinismo o racchette da neve: (dislivello 400 mt.)
Nel periodo invernale si lascia l’auto ad Entrèves (servizio navetta) o a Planpincieux. Si costeggia la pista di fondo e si raggiunge la localita Lavachey. Da questo punto si seguono le indicazioni del sentiero N°1 estivo.
dormire e mangiare

agg. 2017

in €, a persona, tassa di soggiorno compresa

camere a 2-4 lettidortoir
pernottamento27.50
pernottamento e
prima colazione
39.50
pernottamento e cena63.0045.50
mezza pensione68.0050.00
note:lenzuola incluseil sacco lenzuolo personale è obbligatorio in dortoir: possibilità di noleggio (in cotone) a € 3
Servizi e docce comuni
Asciugamani NON inclusi (affittabili a € 3)

Tassa di soggiorno
La tassa di soggiorno comunale, a carico dell’ospite, ammonta a 0.50 €, compresa nella tariffa

La mezza pensione
Comprende: cena, pernottamento, prima colazione, doccia calda, tè per borraccia

Camping
Non è autorizzato il campeggio nei pressi del rifugio: come previsto da una legge regionale è autorizzato solo al di sopra di 2.500m

Note sul pagamento:
non è presente il servizio bancomat o carta di credito
caparra non necessaria

Modalità di pagamento:
contante
assegno (+8 € per assegni esteri)
bonifico

infodscn3028Inaugurato il 2 Agosto 1998, è stato intitolato all’alpinista di fama mondiale ed esploratore Walter Bonatti.
Il rifugio ha seguito negli anni progetti di gestione ambientale: dalle energie rinnovabili al contenimento e riutilizzo degli imballi; dalla riduzione degli sprechi all’impiego dei prodotti del territorio; dalla realizzazione di una fossa di compostaggio, all’ottimizzazione dei voli di elicottero per i rifornimenti.
gestioneprivata
telefonotelefono +39 0165 1855523
cellulare +39 335 6848578
emailinvia mail
wwwvai al sito
tappaTAPPA 1 / TAPPA 2

 


Commenti

rifugio Bonatti — Nessun commento

    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *